Wesley Snipes

Jamie McCarthy/WireImage.com

A quanto pare, la giustizia federale è severa quanto il fisco negli Stati Uniti.

Wesley Snipes ha tempo fino al 3 giugno per consegnarsi alla giustizia e farsi incarcerare. Dovrà infatti scontare una pena di tre anni di prigione dopo essere stato ritenuto colpevole di evasione fiscale.

La data è stata resa nota nei documenti del tribunale presentati questa settimana da Daniel Meachum, l’avvocato difensore di Snipes, che sta cercando di ottenere una mozione d’appello per la star. Se dovesse riuscire nell’intento, l’attore non dovrà andare in prigione fino a che una corte d’appello superiore rivedrà le obiezioni della difesa nei confronti della sentenza.

In caso contrario, il 3 giugno sarà il giorno della resa dei conti per il povero Wesley.

Nei documenti presentati al tribunale, i legali di Snipes hanno dichiarato di voler ricorrere ad un appello poiché William Terrell Hodges, il giudice che presiedeva il caso, avrebbe fornito istruzioni sbagliate alla giuria e avrebbe loro negato l’istituzione di un’udienza prima del processo.

I querelanti, nel frattempo, si sono opposti all’appello, affermando che l’attore quarantacinquenne, che aveva guadagnato $5 milioni in più di quelli dichiarati al governo, ha già dimostrato di essere poco affidabile.

  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.