Christian Bale

AP Photo/Shizuo Kambayashi

Christian Bale non ha nulla di che preoccuparsi.

Le autorità inglesi hanno confermato che la star de Il cavaliere oscuro è stata scagionata dalle tanto chiacchierate accuse di aggressione nei confronti della madre e della sorella, che avevano portato al suo arresto il mese scorso.  

"Oggi possiamo confermare di aver comunicato al Metropolitan Police Service che l’attore Christian Bale non verrà perseguito", ha dichiarato il ministero della giustizia inglese.

Inoltre, l’ente ha rivelato che “non vi erano prove sufficienti per emettere un verdetto di colpevolezza realistico" in merito alle accuse di aggressione e che "la polizia è stata istruita a non intraprendere alcun provvedimento penale nei confronti del signor Bale".

Tuttavia, l’attore dovrebbe ricevere una diffida da parte delle forze dell’ordine il mese prossimo.

La star trentaquattrenne era stata arrestata dalla polizia in seguito ad un incidente verificatosi il 20 luglio, in concomitanza con la prima europea del film su Batman, quando aveva aggredito (non è chiaro se verbalmente o fisicamente) la madre e la sorella presso l’hotel Dorchester di Londra.

Nonostante siano circolate immediatamente diverse teorie in merito all’accaduto (la versione preferita dai tabloid inglesi sembra essere stata quella dell’attaccamento ai soldi della sorella Sharon, di 40 anni, e della madre Jenny, di 61 anni) Bale ha tenuto le labbra sigillate e ha evitato le domande dei giornalisti nel corso delle conferenze stampa, definendo l’accaduto una faccenda privata.

"Affrontiamo con grande serietà gli incidenti che si verificano nella sfera domestica, ma è molto importante considerare anche i punti di vista dei querelanti, quando bisogna prendere delle decisioni in un simile contesto”, ha affermato il ministero della giustizia inglese.

Dal canto suo, Bale ha negato ogni accusa. È stato arrestato, interrogato e rilasciato dalla polizia il 22 luglio.

  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.