O.J. Simpson

Daniel Gluskoter-Pool/Getty Images

I processi ormai non costituiscono più una novità per O.J. Simpson, ma fa sempre piacere vedere un volto familiare.

"È bello riaverla qua signor Dunne", ha detto l’ex campione di football al giornalista e criminologo delle star Dominick Dunne, ritornato oggi in tribunale, dopo che lunedì mattina era stato ricoverato brevemente in ospedale per un malore accusato durante la testimonianza.

Dunne aveva già seguito il processo a Simpson, per omicidio, nel 1995 e ha dichiarato ai giornalisti che questo sarà probabilmente il suo ultimo caso. Martedì è stato accompagnato in aula dal figlio, il regista e attore Griffin Dunne.

Il giornalista ottantaduenne ha fatto ritorno giusto in tempo per assistere alla richiesta dell’avvocato di O.J., che ha domandato l’invalidamento del processo.

A dir la verità, quello è accaduto intorno alle quattro del pomeriggio.

Sia Yale Galanter, legale di Simpson, sia un consigliere del coimputato Clarence Stewart, hanno chiesto di invalidare il processo — e Stewart ha domandato di venire giudicato separatamente da O.J. — dopo che l’accusa ha chiamato a testimoniare l’avvocato David Cook, in merito ai trascorsi passati di Simpson con la giustizia.

Cook ha rappresentato i famigliari di Ron Goldman, assassinato nel 1995, nell’ambito della disputa contro Simpson, che deve ancora versare loro $33,5 milioni di risarcimento dal 1997.

“Questa testimonianza non ha alcuna rilevanza nel caso attuale", ha detto Galanter. "È pregiudizievole".

“Il fatto è che, nella registrazione, il signor Simpson menziona la sentenza e i Goldman. Si tratterebbe di uno dei moventi della rapina”, ha ribattuto David Roger, procuratore distrettuale della contea di Cook.

Il giudice Jackie Glass, dopo aver interrogato Cook in separata sede, ha negato la richiesta di invalidamento del processo, e mercoledì dovrà decidere se farlo testimoniare davanti alla giuria.

Se salirà sul banco degli imputati, ha detto la Glass, “dovrà evitare di dare risposte inconcludenti, dichiarazioni spontanee ed esprimere qualsiasi opinione personale che potrebbe in qualche modo pregiudicare i giurati e far ritenere il processo nullo”.

"La prego di tenere per sé qualunque parere personale o punto di vista che vorrebbe esprimere. Questa non è la sede adatta per fare osservazioni del genere”.

Lo stesso giorno, uno dei complici di Simpson, accusato di essersi presentato all’incontro armato, ha dichiarato di non ricordare bene cosa sia successo a causa di due infarti avuti successivamente alla presunta rapina.  

Charles Ehrlich, un amico di vecchia data di O.J. e suo compagno di golf, ad agosto aveva richiesto una riduzione della pena in cambio della propria testimonianza, proprio come avevano già fatto altri tre presunti complici della star.

Lunedì ha confessato di aver sentito Simpson dire: "Metti via la pistola”, nella stanza dell’hotel e casinò Palace Station, dove aveva avuto luogo il confronto, il 13 settembre 2007.

O.J. ha negato di essere a conoscenza del fatto che sarebbero state presenti – o fossero presenti – delle armi.

"Non voleva riconoscere ciò che è accaduto", ha detto Erhlich, riferendosi alla versione data da Simpson sui fatti di quel giorno.

Tuttavia, oggi, durante l’interrogatorio dell’avvocato difensore Yale Galanter, Ehrlich ha sostenuto la testimonianza di Simpson, informando la corte che il piano era di recuperare gli oggetti rubati di proprietà della star, finiti nelle mani dei collezionisti Bruce Fromong ed Alfred Beardsley — senza commettere nulla di illegale.

"Non si aspettava di certo che il suo amico O.J. Simpson le volesse far fare qualcosa di illegale?" ha chiesto Galanter.

"Spero proprio di no", ha risposto Ehrlich.

  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.