Christian Bale, The Dark Knight

Stephen Vaughan/Warner Bros. Entertainment

Gli ultimi 100 milioni di dollari sono sempre i più difficili.

Ieri Il cavaliere oscuro è diventato il secondo film nella storia di Hollywood a incassare più di 500 milioni di dollari. Al film, adesso, mancano solo circa 100 milioni di dollari per battere Titanic e aggiudicarsi il titolo del campione d’incassi assoluto negli Stati Uniti.

Altrove, Tropic Thunder ha vinto al botteghino per il terzo fine settimana consecutivo, con un incasso di $14,3 milioni per quattro giorni, dato che ieri era festa [negli Stati Uniti], secondo i calcoli della Exhibitor Relations.

L’incasso, domenica, di circa $3,3 milioni per Il cavaliere oscuro ha fatto raggiungere al film di Batman la pietra miliare dei 500 milioni di dollari a soli 45 giorni dalla sua uscita, secondo le statistiche della Box Office Mojo.

Da venerdì a lunedì, il film di Christopher Nolan ha incassato 11 milioni di dollari, per un totale di $504,7 milioni.

Titanic regna ancora nella classifica del botteghino con un incasso di $601 milioni.

Anche se Il cavaliere oscuro ha incassato questa cifra esorbitante in pochissimo tempo, si prevede però che non riuscirà a raggiungere i $600 milioni.

Ecco un riassunto dei film che hanno incassato di più da questo venerdì a domenica secondo i calcoli della Exhibitor Relations:

  1. Tropic Thunder, $11,5 milioni
  2. Babylon A,D,, $9,6 milioni
  3. Il cavaliere oscuro, $8,6 milioni
  4. The House Bunny, $8,3 milioni
  5. Traitor, $7,9 milioni
  6. Death Race, $6,3 milioni
  7. Disaster Movie, $6,2 milioni
  8. Mamma Mia! $4,4 milioni
  9. Pineapple Express, $3,5 milioni
  10. Vicky Cristina Barcelona, $2,8 milioni
  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.