Valkyrie

Frank Connor/United Artists, Inc

Lo studio tedesco che ha aiutato Tom Cruise nella realizzazione del suo ultimo film in Germania, ora vuole dare nuovamente una mano all’attore.

Il capo dello Studio Babelsberg AG, che ha collaborato con la United Artists di Cruise per produrre Operazione Valkiria, giovedì ha dichiarato di aver fatto una proposta di risarcimento alle 12 comparse che hanno chiesto $11 milioni di danni per far fronte alle ferite riportate in seguito ad un incidente sul set.

I dodici attori adirati, feritisi quando il pannello laterale del vecchio mezzo militare tedesco che stavano utilizzando si è staccato all’improvviso, avevano riportato tagli, escoriazioni, fratture alle ossa e rotture dei legamenti. In seguito all’accaduto, avevano fatto inviare dal proprio avvocato una lettera alla United Artists, domandando un risarcimento e minacciando di intraprendere un’azione legale.

Nel frattempo, era emerso come fosse stata la compagnia partner Achte Babelsberg Film GmbH, ad ingaggiare le comparse, stando a Charles Woebcken, presidente e direttore esecutivo dello Studio Babelsberg.

In base a quanto trapelato dalle indagini svolte, la colpa sarebbe stata di un tecnico che non aveva chiuso saldamente la porta del veicolo utilizzato sul set. Pertanto, il mezzo era in buone condizioni. Al termine dell’inchiesta, il dipartimento legale dello studio ha cercato immediatamente di risolvere la questione con le dodici vittime.

"Chiediamo di essere informati delle ferite riportate dai vostri clienti, includendo un certificato medico. Provvederemo a presentare un’offerta di risarcimento", recita una lettera inviata dallo studio all’avvocato degli attori, stando a quanto riportato dalla stampa.

"Abbiamo fatto un’offerta”, ha detto Woebcken ai giornalisti, "ma non hanno risposto”.

"In America queste cose succedono spesso”, ha rivelato, definendo la richiesta di $11 milioni un tentativo di pubblicità. "In Germania il sistema funziona diversamente. Se perdi un braccio, non riceverai milioni di dollari di risarcimento. In questo caso si tratta di alcune costole fratturate”.

Ieri, un portavoce di Cruise ha dichiarato che lo studio non ha da commentare sugli attuali dettagli legali ancora in sospeso.

Il 26 dicembre scopriremo se Operazione Valkiria, basato sulla vera storia di un ufficiale nazista che aveva cercato di assassinare Hitler, è valso tutti i grattacapi che ha dovuto affrontare.

  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.