Charlton Heston

UPPA/ZUMAPress.com

Come scoprirono gli antichi egizi, nessuno la fa franca contro Mosè.

Forse non si sono separate le acque, ma venerdì una ex dipendente di uno studio contabile di Los Angeles è stata comunque condannata a cinque anni e quattro mesi in carcere per appropriazione indebita di migliaia di dollari dai conti di personaggi famosi tra i quali anche il defunto Charlton Heston.

Sharon Walker, che si è dichiarata colpevole per evitare una pena più dura, ha ammesso di aver rubato più di $150.000 alla star de I dieci comandamenti, oltre a quasi $560.000 a Stephen Cannell, il creatore di 21 Jump Street, falsificando le loro firme per pagarsi le bollette delle carte di credito.

Non si è opposta a due accuse di furto aggravato e una di evasione fiscale.

La ex contabile, che avrebbe potuto scontare fno a 11 anni in carcere, dovrà anche restituire la somma totale rubata alle sue vittime, più $82.000 di imposte arretrate. Gli avvocati non hanno mai rivelato pubblicamente in quale studio lavorasse la Walker.

Heston è morto di Alzheimer il 5 aprile. Lascia la moglie Lydia, con cui era sposato da 64 anni, e due figli.

  • Share
  • Tweet
  • Share

We and our partners use cookies on this site to improve our service, perform analytics, personalize advertising, measure advertising performance, and remember website preferences. By using the site, you consent to these cookies. For more information on cookies including how to manage your consent visit our Cookie Policy.